Cosa fare ad Ischia Porto

8b

Ischia è un’isola vulcanica nel Golfo di Napoli, in Campania, che ha un perimetro (o, se vogliamo, una linea costiera) di 34 km e una superficie di circa 46,3 km². Grazie alle sue dimensioni, per tanti turisti inaspettate, l’isola conta quasi 65.000 abitanti che, tuttavia, durante i periodi invernali, possono parzialmente spostarsi sulla terraferma per motivi di studio o lavoro.

Sono tante le ragioni che spingono a considerare Ischia una meta molto affascinante sotto il profilo turistico e, anzi, tra le più ambite in Italia: in estrema sintesi, l’isola riesce ad essere il giusto connubio tra storia e doni naturali. Emblema assoluto di questo è il Castello Aragonese che sorge in mezzo ad un mare limpido e costituisce il completamento del borgo più antico dell’isola: Ischia Ponte.

cosa fare ad ischia porto

Altra peculiarità è la presenza di acque termali dall’altissimo potenziale curativo grazie ad una composizione chimica probabilmente unica in Europa, che ha permesso a molti imprenditori di creare strutture pensate per fini medici nonché hotel e parchi termali. Tra quest’ultimi i Poseidon rappresentano sicuramente i giardini termali tra i più belli e grandi in Europa grazie a 20 piscine di acqua miracolosa e tanta vegetazione curata nei minimi dettagli.

Proprio perché l’isola è grande e ricca di cose da vedere, ho pensato di consigliarti un Bed and Breakfast ad Ischia Porto, cuore pulsante dell’isola, anche per la presenza dell’attracco di traghetti ed aliscafi, nonché dello stazionamento degli autobus che coprono bene l’isola, a differenza di quanto accade in altre destinazioni turistiche italiane. A tal proposito farei notare come qualsiasi considerazione circa Ischia deve essere parzialmente rivista per quanto accade nel mese di agosto, periodo nel quale l’isola raggiunge anche le 500.000 presenze.

Il porto di Ischia è, inoltre, tra i posti più vivi dell’isola, a pochi passi da spiagge, eventi, strade centrali e piene di giovani. Scopriamo allora cosa fare ad Ischia Porto e come sfruttare al meglio questa posizione chiave per godersi al meglio l’isola.

Cosa fare ad Ischia Porto: attività ed attrazioni raggiungibili a piedi

Il porto di Ischia, come già detto, è molto ben collegato con le parti più vive dell’isola, ricche di negozi, ristoranti e servizi di ogni genere. Anche senza noleggiare auto o prendere autobus, si possono raggiungere facilmente molti luoghi interessanti.

Vediamo insieme allora cosa fare in zona Porto se si è a piedi.

Riva destra: circa 200 metri di yacht e vecchie taverne

La Riva Destra del porto (o Rive Droite come simpaticamente ribattezzata) è una vecchia strada pavimentata con basoli lungo la quale, da un lato, si hanno mare aperto e/o yacht e, dall’altro, vecchie taverne di cui alcune mai modificate nello stile da decenni.

Si susseguono, quindi, ristoranti tipici, ma anche pub dove fare un ottimo aperitivo per gustarsi il tramonto a due metri dal mare in un ambiente veramente unico.

Il costo medio dei ristoranti non è dissimile da quello cui si va incontro sul resto dell’isola: tra i 25 ed i 30 euro per un pasto completo.

La Riva Destra è, inoltre, uno dei posti più attivi anche di notte grazie alla presenza di numerosi disco pub che, tra un cocktail e l’altro, permettono di ballare fino alle 2-4 del mattino (a seconda dei periodi).

La Riva è quindi multiforme: al mattino si trovano barche che partono per escursioni; intorno a mezzogiorno è possibile fare un ottimo aperitivo od un pranzo; nel primo pomeriggio diventa un luogo ideale per una passeggiata con un buon gelato; al tramonto ed alla sera una riva romantica ed affascinante; di notte meta della movida giovanile.

Via Roma e Corso Vittoria Colonna

Una delle due estremità della Riva Destra si inserisce in Piazza Antica Reggia, così chiamata per la presenza, tuttora, del Palazzo Reale.

Dal Piazzale Antica Reggia si snoda via Roma che sfocia poi in quella che è la via principale del Comune di Ischia, Corso Vittoria Colonna, zona dell’isola che pullula di negozi per tutti i gusti e le esigenze: oltre a tante boutique di lusso, sono presenti gioiellerie, ristoranti, bar, tabaccai, disco pub e tante altre attività commerciali che fanno di quest’area un luogo movimentato anche durante la notte nelle giornate estive.

Risalendo da Piazza Antica Reggia, alla fine di Corso Vittoria Colonna, è ubicata la storica discoteca “Valentino” che può ospitare fino a 1.200 persone.

Corso Vittoria Colonna termina in uno dei borghi più belli e storici d’Italia: Ischia Ponte che dista circa 2 chilometri dal porto, sempre che non si voglia perdere tra i meravigliosi e caratteristici vicoli che dal centro di Ischia conducono verso scorci tutti da scoprire.

Ischia Ponte e Castello Aragonese

Il borgo di Ischia ponte si caratterizza per l’architettura tipicamente mediterranea con un insieme di piccole villette indipendenti e colorate, poste una accanto all’altra senza un piano urbanistico rigido.

Ma il vero cuore intorno al quale ruota da sempre la vita di Ischia è il Castello Aragonese, al centro della vita degli isolani.

Basti pensare che la costruzione, voluta da Alfonso V d’Aragona nel 1.441, raggiunge un’altezza di 113 metri sul livello del mare e ricopre una superficie di circa 56 000 m². Inoltre, intorno al 1.500, ospitava addirittura 1.892 famiglie e 13 Chiese costituendo l’isola nell’isola, il fulcro della vita giornaliera di tutti gli ischitani.

Oggi il Castello Aragonese viene spesso annoverato tra i complessi architettonici più belli d’Italia.

Consiglio di recarsi nel piazzale antistante il Castello Aragonese tra le 10 e le 12 quando i pescatori, di ritorno da lunghe notti di lavoro, vendono al dettaglio pesci ancora vivi pescati nelle pulitissime acque dell’isola. Tra questi sarà facile trovare polpi, calamari, gamberi e gamberetti, saraghi, orate, merluzzi, pesci della famiglia dei tonni, occhiate, ope, alici, barracuda, misti per fritti di paranza ed altri. Chi non ha la fortuna di poter vivere il mare quotidianamente avrà il piacere di sentire profumi e sapori unici.

Farei notare, tuttavia, come l’isola sia molto varia anche per quel che concerne il turismo enogastronomico: molti potrebbero pensare che un’isola sia famosa solo per il pesce e, invece, il piatto tipico per eccellenza è il coniglio all’ischitana veramente buonissimo. Poi ci sono tantissime altri piatti unici a base sia di materie prime provenienti dal mare che dalla terra: i fagioli zampognari, solo per esempio, sono una sorta di borlotti molto gustosi e più piccoli.

Ad Ischia, inoltre, vi sono tantissimi viticoltori e da sempre quasi tutte le famiglie producono dell’ottimo vino. Storicamente il secondo DOC d’Italia è nato ad Ischia. La 52° edizione di Vinitaly, inoltre, ha premiato un vino ischitano quale miglior vino bianco d’Italia: il “Vigna del Lume” di Antonio Mazzella, annata 2017.

Sempre restando sul profilo turistico enogastronomico, non si può lasciare l’isola senza aver provato un cornetto per colazione (e non solo).

Mangiare un cornetto all’ischitana

Ne sono sicuro: un cornetto buono come quello che si può comprare ad Ischia non esiste altrove. Mentre, infatti, solitamente il cornetto è un qualcosa di standardizzato, spesso congelato e venduto a basso costo, ad Ischia il cornetto è una pasta artigianale a tutti gli effetti con burro, crema ed amarena.

Il Calise a Piazza degli Eroi, ad esempio, ne prepara uno buonissimo. Il bar, inoltre, vanta il guinnes per il bancone più lungo d’Italia ed è veramente spazioso con tantissime sale poste su piani diversi nonché un ampio parcheggio.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *