9 attrazioni di Milano da non perdere

Milano è la capitale della regione Lombardia, la più popolosa tra le regioni italiane. Milano è famosa in tutto il mondo per la moda, ma a Milano ci sono cose più incredibili di quanto non lo siano i suoi negozi (sicuramente grandiosi). Ecco le nostre idee sui luoghi da visitare mentre siete in città, dalla gloriosa arte e architettura ai deliziosi ristoranti e locali.
Come consigliato anche nel sito www.piu-benessere.com di seguito le tappe imperdibili della bella Milano.

Il Duomo (Duomo di Milano)

Uscendo dalla fumosa stazione della metropolitana di Piazza del Duomo, alzate lo sguardo e rimarrete incantati dall’enorme facciata in marmo bianco della cattedrale di Milano. Il Duomo è la più famosa delle attrazioni turistiche di Milano, ed è giusto così. Ci sono voluti secoli per costruirlo e dopo l’ultimo restauro sembra più impressionante che mai. Camminate lì intorno per apprezzarne le dimensioni, o se volete vedere dentro, assicuratevi di essere vestiti in modo appropriato, coprendo braccia e gambe, altrimenti non vi sarà permesso entrare! Partecipare al tour audio guida degli interni è un vero toccasana ed è il modo migliore per ottenere il massimo dalla vostra visita – assicuratevi di dare un’occhiata alle magnifiche vetrate colorate dietro al coro. Da non perdere una visita al tetto: prendete l’ascensore o le scale e godetevi la vista panoramica della città. La grande piazza di fronte alla cattedrale ospita concerti e altre feste.

9 attrazioni di milano da non perdere

Galleria Vittorio Emanuele II

Mentre entrate nella Grande Galleria, potreste pensare di trovarvi all’interno della sala d’ingresso di un teatro o di un palazzo, non un centro commerciale. Ma questo è essenzialmente ciò che la Galleria: una zona dello shopping al coperto estremamente opulenta e stravagante.
Creata nel 1877, si erge come uno dei più antichi centri commerciali del mondo ed è stata progettata da Giuseppe Mengoni.
Il centro commerciale a forma di croce è coperto da quattro parti  in vetro che lasciano entrare la luce del sole perfettamente, mentre le pareti e le facciate dei negozi sono decorate con pannelli decorati e opere d’arte a stucco.
I negozi di alta moda costellano il centro commerciale e puoi aspettarti di trovare nomi come Prada, Versace e Louis Vuitton.
Se state cercando un affare, questo non è certo il posto giusto!

galleria vittorio emanuele

Il castello sforzesco

A pochi passi dal Duomo, lungo il viale dello shopping di Via Dante, si trova l’imponente castello della famiglia Sforzesco rinascimentale che un tempo governava Milano. Ora ospita una collezione di musei civici e offre l’accesso all’ampio parco Sempione, quindi combina non uno ma due dei migliori posti da visitare a Milano. Attraversando i cortili, si può ammirare l’architettura in diversi musei che esibiscono, tra gli altri, la Pietà Rondanini di Michelangelo e vantano soffitti dipinti su disegno di Leonardo da Vinci.

L’ultima cena di Leonardo e Santa Maria delle grazie

L’Ultima Cena di Leonardo da Vinci, Il Cenacolo, è un’altra attrazione da vedere a Milano. Questo iconico affresco si trova nel refettorio del monastero vicino alla chiesa di Santa Maria delle Grazie, non lontano dal centro città. Ma a meno che non abbiate prenotato un biglietto in anticipo, risparmiatevi la fatica di andare, dato che i biglietti si esauriscono sempre e non possono essere acquistati il ​​giorno stesso. Il modo migliore per entrare è prenotare uno dei tour della città disponibili o visite guidate, in quanto questi hanno biglietti pre-organizzati. Dovete essere consapevoli del fatto che i visitatori sono ammessi solo per 15 minuti, in piccoli gruppi. Successivamente (o prima) non perdete la chiesa stessa per la sua bellissima architettura rinascimentale, affreschi e dipinti.

Il cimitero monumentale

Un cimitero potrebbe non essere l’idea di tutti come luogo per le vacanze, ma questo è sicuramente uno da vedere. Il Cimitero Monumentale è una sorta di museo a cielo aperto di scultura italiana, in cui si possono ammirare alcune delle migliori opere di tutti i maggiori scultori italiani del XIX e del XX secolo, alcune delle quali sono spettacoli. Molti celebrati italiani (e stranieri) sono sepolti al cimitero, come il regista e violinista Arturo Toscanini e lo scrittore Alessandro Manzoni. Molte delle tombe più famose si trovano nello speciale Famedio o Pantheon. C’è anche una parte ebraica, una sezione per i non credenti e un tempio della cremazione.

Pinacoteca Ambrosiana e pinacoteca di Brera

Non solo Firenze ha i famosi dipinti del Rinascimento italiano: anche Milano ha due grandi collezioni. Vicino all’opera teatrale alla Scala troverete la Pinacoteca di Brera che offre una vasta collezione di opere del calibro di Mantegna, Raffaello, Piero della Francesca, Caravaggio, Bellini, Canaletto, Tintoretto e molti altri. Il sito Web della galleria è tutto in italiano ma offre una visione virtuale di ciò che è in mostra e sono disponibili guide audio multilingue. Per la galleria d’arte Ambrosiana (anche vicino al Duomo) è consigliabile prenotare i biglietti in anticipo online. Qui troverete opere in mostra di Leonardo da Vinci, Botticelli, Brueghel, Tiziano, Caravaggio e Raffaello, oltre a un’interessante biblioteca con il Codice Atlantico di Leonardo e un manoscritto Virgilio.

Parco Sempione

Visitare il Castello Sforzesco? Non andatevene senza esplorare l’adiacente Parco Sempione, inaugurato nel 1888 e progettato dall’architetto Emilio Alemagna, che voleva questo splendido spazio verde per incorniciare le viste panoramiche della dimora signorile. Oltre alla galleria di sculture all’aperto, c’è anche un acquario con ingresso libero se si va il martedì dopo le 14:00 e la prima domenica del mese, altrimenti è di € 5 (chiuso il lunedì).

La basilica di Sant’Ambrogio

Il padre di Milano, Sant’Ambrogio, il più famoso arcivescovo milanese, convertì e battezzò l’influente Sant’Agostino (nel Duomo). Ambrogio è il santo patrono della città e ha la sua basilica che è un altro must da vedere a Milano, sia per i suoi elementi architettonici molto antichi e originali (facciata, atrio, capitelli, campanili), ma anche per le opere d’arte all’interno.

I Navigli, il naviglio grande

Non molte persone si rendono conto che Milano ha in realtà due canali, uno dei quali è il Naviglio Grande, che si estende da Porta Ticinese al fiume Ticino a circa 50 km a ovest.
Costruito originariamente nel 1177, il canale fu lavorato per molti anni e continuò a espandersi fino a diventare quello che è oggi.
La sezione del canale situata nel centro della città è un posto fantastico per camminare ed è fiancheggiata da vecchi edifici e da una varietà di negozi e ristoranti.
Passeggia lungo una parte del corso d’acqua e ammira questa parte diversa di Milano che viene raramente vista o elencata nelle guide turistiche.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *